Pizzo di Trona - da Pescegallo per la cresta NW (via ferrata) e discesa dal dossone E - Pizzo di Trona - Bergamo Alps - Italy
Pizzo di Trona - da Pescegallo per la cresta NW (via ferrata) e discesa dal dossone E

Pizzo di Trona - da Pescegallo per la cresta NW (via ferrata) e discesa dal dossone E

Pizzo di Trona - Bergamo Alps - Italy

Information
Min / max altitude1454m / 2510m
Duration1 day
Route typeloop
Source

Dal Villaggio di Pescegallo 1454m prendere a destra (W) della partenza della seggiovia, seguire il sentiero che sale in Valle Tronella (cartello indicatore), fino a circa 1630m , in seguito il sentiero con numerose svolte sale ripido e arriva dei pressi della baita di quota 1857m (Baita di Piic); contornare con percorso pianeggiante in senso antiorario il Pizzo del Mezzodì 2116m e seguire per Lago di Trona 1805m che lo si raggiunge dopo essere scesi di circa 100m di dislivello. Raggiunta la diga, attraversarne il muro e salire per il sentiero fino nei pressi di una baita 1888m, salire in direzione SE per tracce di sentiero e alcuni bolli. Dopo aver traversato lungamente e aver scalato alcune facili roccette si entra nel vallone N del Pizzo di Trona a circa 2000m, salire il vallone e a circa 2100m piegare a destra W su terreno più pianeggiante e infine raggiungere il filo della cresta NW del Pizzo di Trona. Si percorre un breve tratto erboso verso sinistra per poi incontrare due punti un po’ esposti, tra cui la cosidetta “cavallina”. Subito dopo si affrontano delle placche inclinate esposte (circa III), dotate di catene (via ferrata ripristinata), fino a raggiungere un cupolotto erboso (innevato ad inizio stagione), dove finiscono le attrezzature. Si prosegue su cresta, affrontando dopo poco un breve caminetto che presenta alcuni passaggi di II (non esposto, comunque evitabile risalendo un facile canale a sinistra), per poi proseguire su tracce di sentiero e qualche roccetta fino alla croce di ferro di vetta.

Discesa

scendere ripidamente sul versante E e su terreno in parte esposto (alcuni ometti) si raggiunge la sella fra il Pizzo di Trona e la quota 2380m, una volta alla sella scendere ancora un po’ verso sinistra E e traversare in piano sopra il Lago Rotondo 2256m fino ad una sella, ed in breve raggiungere il sentiero che permette di scendere in Val Pianella, fino a circa 1950m, dove si incrocia un sentiero che in alcuni tratti in leggera salita attraversa a mezzacosta il lato destro orografico, al di sotto SW delle pendici del Torrione di Tronella e raggiunge nuovamente a circa 1950m il sentiero percorso all’andata prima di scendere alla Diga di Trona, in seguito come via di salita si ritorna al punto di partenza. oltre che dallo stesso percorso fino a dove ci si è portati in cresta, solo che stavolta si scende sul versante del Lago d’Inferno (sinistra), seguendo i segnavia su ripido percorso prativo senza sentiero e poi a destra puntando alla casa dei custodi della diga e da li per sentiero si scende di nuovo alla diga di Trona.

Le catene sulla cresta NW attualmente sono state ripristinate. E’ pure possibile raggiungere la cresta NW dalla casa dei guardiani della diga d’Inferno senza salire i pendii del vallone N del Pizzo di Trona, che forse risulta meno faticoso di quello riportato in salita.

Creative Commons logo

The text and images in this page are available
under a Creative Commons CC-by-sa licence.