Gross Griessenhorn - Da Farnigen per il Griessenfirn (canalone settentrionale di destra) e il Tschingelfirn - Gross Griessenhorn - Urner Alpen - Switzerland
Gross Griessenhorn - Da Farnigen per il Griessenfirn (canalone settentrionale di destra) e il Tschingelfirn

Gross Griessenhorn - Da Farnigen per il Griessenfirn (canalone settentrionale di destra) e il Tschingelfirn

Gross Griessenhorn - Alpes Uranaises - Switzerland

Information
Min / max altitude1540m / 3202m
Duration1 day
Main facingN
Route typereturn_same_way
GearRamponi e piccozza (quest'ultima non indispensabile in normali condizioni)
Source

Salita

Si parte abitualmente dalle ultime case di Färnigen, poste sulla strada del Sustenpass, laddove questa è generalmente chiusa durante il periodo invernale a circa 1500 m di quota. Seguire la strada del Susten e poco oltre il limite del bosco transitare per il ponte sopra il Rossbach a quota 1613. Proseguire brevemente lungo e la strada per poi deviare alla propria sinistra prendendo una stradina asfaltata che conduce ad un ponticello sul Meienreuss. Risalire in direzione N, i ripidi pendii della Lassalp (rampant indispensabili con neve dura al mattino) mantenendosi di preferenza sulla destra (orografica) del torrente che si genera dal Griessernfirn.A circa quota 2000-2100 lasciare il costone di Lassalp per raggiungere a circa 2350 m di quota il circo del Griessernfirn e; su terreno aperto e moderatamente inclinato portarsi alla base del canalone nevoso che con andamento rettilineo si sviluppa alla destra del Canalone N del Gross Griessenhorn. Risalire l’ampia conoide basale su terreno progressivamente più ripido (30°/35°) con numerose conversioni e raggiungere l’accesso del canale vero e proprio a circa 2600 m di quota (40°). Risalire il canalone con gli sci ai piedi sin dove possibile e poi continuare con gli sci sul sacco laddove il canale si fa più stretto e ripido (45°). Seguirlo sino al suo termine in corrispondenza di una larga cresta detritica a circa 2900 m di quota. Seguire in discesa la dorsale detritica in direzione NW abbassandosi fin quando facilmente è possibile portarsi verso S sul Tschingelfirn; si scende sin circa quota 2800 ca.(perdere meno dislivello possibile),portarsi sin sotto lo sperone roccioso della cresta SW del G. Griessenhorn per poter risalire il ramo del ghiacciaio in direzione NE adagiato tra i contrafforti rocciosi del G.Griessenhorn e dello Stucklistock su terreno ampio, ma molto ripido sino a circa 3050 m di quota dove si prende un valloncello, meno inclinato a sinistra salendo di un’evidente prua rocciosa, che conduce alla base dell’edificio sommitale della montagna. Risalire il ripido pendio meridionale (40°) del Gross Griessenhorn la cui vetta, con buone condizioni, si raggiunge con gli sci ai piedi.

Discesa

Per la via di salita, con una risalita di circa 150 m di dislivello per riportarsi dal Tschingelfirn alla cresta da cui si diparte la discesa del canale.

Sicuramente uno dei più completi itinerari scialpinistici della Meiental con il vicino Canalone Centrale. Gita che si svolge su terreno sempre molto ripido e che presenta un dislivello non indifferente (con una risalita di 150 m). Il tratto sul remoto Tschingelfirn, pur non essendo il tratto chiave della salita è quello sicuramente più suggestivo.

OSSERVAZIONI DI EDOARDO DEL 24 MARZO 2012: Itinerario lungo, ma non complicato dal punto di vista della ricerca dello stesso. Complessivamente sostenuto e con il tratto del couloir N ripido, relativamente stretto e con alcuni affioramenti rocciosi presenti anche con innevamento importante, che condizionano la sciata. Esposizione notevole già alla partenza dalla cresta NW con una pancia dopo circa 30-40 m di dislivello che accentua di molto l’inclinazione ed il senso di vuoto, causa effetto dovuto all’impossibilità di vedere un segmento sottostante del couloir stesso in quel tratto ancor più ripido. La nostra stima, con l’innevamento di sabato, ci ha fatto valutare l’inclinazione per un lungo tratto più vicina ai 45° che ai 40°, forse con qualche passaggio di qualche grado superiore ai 45° stessi. Pertanto con un attento controllo e comparazioni con altri itinerari(anche da noi percorsi) la cui valutazione è certa per le numerose ripetizioni ritengo che la valutazione più consona sia leggermente superiore a quella che compare sugli attuali report e precisamente D+ nella scala Labande; 4.3, E2 (se non E3) nella scala Volo. Bisogna infatti tener conto nella valutazione oltre al couloir N,tratto chiave, anche:

  • la lunghezza complessiva dell’itinerario

  • l’impegno fisico e psicologico

  • inclinazione del resto del percorso che raramente scende sotto i 25° (più spesso sopra i 30°)

  • completo isolamento sul Tschingelfirn.

  • esposizione al pericolo di valanghe dei pendii attraversati.

Accesso stradale

Oltrepassato il Traforo del S.Gottardo continuare lungo l’autostrada sino a Wassen. Qui uscire ed imboccare la strada per il Sustenpass e percorrendo la Meiental oltrepassare i piccoli centri abitati di Meien e Farnigen proseguendo sino al ponte sul Rossbach (a quota 1613 m) dove si parcheggia. In pieno Inverno la strada è generalmente chiusa a circa 1500 m di quota nei pressi delle ultime case di Farnigen .

Creative Commons logo

The text and images in this page are available
under a Creative Commons CC-by-sa licence.