Campanile Pradidali - Via Del Vecchio - Campanile Pradidali - Dolomites centrales - Italy
Campanile Pradidali - Via Del Vecchio

Campanile Pradidali - Via Del Vecchio

Campanile Pradidali - Dolomites centrales - Italy

Information
Min / max altitude2278m / 2791m
Duration2 days
Main facingE
GearUna scelta di dadi e friends medi, due corde da 60 metri.
Source

Itinerario un po’ meno entusiasmante di quanto si immaginava, alla luce delle relazioni lette: vuoi per la qualità della roccia, non proprio eccelsa, vuoi per il fatto che il percorso, nella parte alta, è tutt’altro che obbligato e quindi le lunghezze terminali, che dovrebbero essere le più impegnative, sono in realtà costituite da placche articolate che si superano dove si vuole. I più interessanti risultano quindi i primi tiri, compatti e abbastanza verticali.

Avvicinamento

Salire al Rifugio Pradidali (2278m) in circa due ore e di qui al Passo di Ball (2443m). Dirigersi per tracce sotto l’evidente spigolo, deviare a sinistra, scendere brevemente per un caminetto che porta a una cengia erbosa con targa commemorativa e bastone in una clessidra (30’ circa). Se si arriva dalla Rosetta raggiungere il Passo di Ball in poco più di un’ora.

Via

Da completare… Vedere schizzo.

Discesa

Scendere verso sud a un intaglio pochi metri sotto la vetta (bolli rossi su tutto il percorso), scavalcare il crinale passando al versante ovest (possibile breve doppia su clessidra con cordini), proseguire per cenge con facile arrampicata verso nordovest, fino a una calata. Tornare al versante est e traversare fino a una caratteristica finestra, poco sotto la quale, di nuovo sul versante ovest, iniziano le aeree calate attrezzate a fix, che depositano nel canalone basale. Di qui per detriti e tracce si torna al Passo di Ball. Le doppie sono da 30 m, ma l’ultima si può fare da 60m. In caso di innevamento è possibile utilizzare una grossa clessidra (o un chiodo collocato poco sopra, sempre sulla parete del Campanile) e una successiva calata attrezzata sulle rocce che affiorano al centro del canale, portandosi così in zona meno ripida.

  • 9 lunghezze
  • Impegno: via corta, con breve avvicinamento, facile discesa, ambiente solare
  • Attrezzatura: via alpinistica con protezioni tradizionali, mediamente proteggibile, con protezioni più rade, ma voli senza conseguenze (R2)
  • Roccia: dolomia
  • Difficoltà: IV+ // IV+ AD+
  • Accesso stradale: Vicenza ­ Bassano ­ Primolano ­ Fonzaso ­ Fiera di Primero ­ Cant dal Gal ­ Parcheggio Piereni (1300 m ca). Oppure San Martino di Castrozza ­ funivie Col Verde/Rosetta

Il Campanile Pradidali offre alcune tra le più classiche salite nella conca dell’omonimo rifugio, tutte di media difficoltà. Tra esse la più frequentata è sicuramente quella aperta dalla prolifica cordata Castiglioni-Detassis. La comodità d’accesso e la semplificazione della discesa con l’attrezzatura di calate dirette nella seconda parte, hanno dato alla parete un carattere che sta a metà strada tra la montagna e la struttura d’alta quota, motivo per cui non è infrequente trovarvi scuole di roccia e un discreto affollamento. Dalla vetta si ha una visione magica sul Sass Maor e sulla Cima del Velo.
* Logistica: Rifugio Pradidali (2278 m), tel. 0439 64180 Rifugio Rosetta (2581 m) tel. 0439 68308

Creative Commons logo

The text and images in this page are available
under a Creative Commons CC-by-sa licence.