Pizzo Zembrasca - alla quota 3123 m CNS, per la Valle ed il Ghiacciaio delle Mine - Pizzo Zembrasca - Engadin - Disgrazia - Italy
Pizzo Zembrasca  - alla quota 3123 m CNS, per la Valle ed il Ghiacciaio delle Mine

Pizzo Zembrasca - alla quota 3123 m CNS, per la Valle ed il Ghiacciaio delle Mine

Pizzo Zembrasca - Engadine - Disgrazia - Italy

Information
Min / max altitude1892m / 3123m
Duration1 day
Main facingNW
Route typereturn_same_way
GearColtelli da neve, ramponi.
Glacier gear required
Source

Da Tresenda 1892m, salire al ponticello a quota 1915m. Seguire la stradina che dopo tre tornanti entra decisamente nella Val delle Mine sul suo fianco destro idrografico. Passando dall’ Alpe Mine 2141m, si arriva al Baitel del Grasso degli Agnelli 2192m. Sempre per il fondovalle alla quota 2402m. Ora una strettoia sbarra la valle. Superarla sulla sinistra per ripidi pendii e rientrare appena possibile sul fondovalle principale. Ora in direzione SSE per il piatto fondovalle dirigersi alla quota 2645m. Una volta raggiunti i pressi di questa quota, deviare a destra (S) per un ampio vallone. Questo vallone è la sede del Ghiacciaio delle Mine, peraltro di molto ridotto negli ultimi decenni… In prossimità della cresta, ad una quota di circa 2960m, si giunge al passaggio chiave di questo itinerario. E’ possibile girare a destra tagliando (solo in condizioni molto sicure) la parete e raggiungere il filo di una poco pronunciata cresta ove a seconda delle condizioni di innevamento si tolgono gli sci per accedere alla conca superiore. Oppure senza effetture il ripido traverso, salire sci in spalla direttamente per circa 40 m/dislivello il ripido gradino (50° circa) a W che ci separa dalla conca superiore. Raggiunta in un modo o nell’altro la conca superiore, la si sale con gli sci tenendosi piuttosto sulla destra fino ad arrivare sotto le rocce della vetta. Con un traversino verso S, si raggiunge sempre sci ai piedi un comodo pianerottolo, pochi passi a meridione delle elementari rocce sommitali della quota 3123m CNS.

DISCESA: la discesa con neve assestata, si effettua direttamente dal pianerottolo per un ripido canale (40°), per proseguire poi per l’itinerario di salita.

Tutto l’itinerario è potenzialmente esposto alle valanghe. Valutare per bene le condizioni prima di avventurarvisi…

Questo itinerario porta a conoscere da vicino la “misteriosa” montagna con quote 3123 m e 3126 m CNS. Effettivamente questo tratto di cresta, compreso fra il Pizzo Zembrasca 3089 m a E ed il Piz Val Nera 3188 m a SW, potrebbe avere le caratteristiche per essere riconosciuto come montagna a se stante. Manca però (per ora) un toponimo, di origine locale, convincente.

Creative Commons logo

The text and images in this page are available
under a Creative Commons CC-by-sa licence.