Piz Miez / Cimalmotta - in traversata dal Pizzo Crotto - Piz Miez / Cimalmotta - Zentralgraubünden - Italy
Piz Miez / Cimalmotta - in traversata dal Pizzo Crotto

Piz Miez / Cimalmotta - in traversata dal Pizzo Crotto

Piz Miez / Cimalmotta - Grisons centraux - Italy

Information
Min / max altitude1918m / 2895m
Duration1 day
Main facingSE
Route typetraverse
Source

Dal parcheggio, attraversare il muro della diga. Salire poi alla vecchia stazione della funivia e in direzione SW portarsi alla costruzione dell’Alpe della Palù 2090 m circa. Salire ora, in direzione W, per pascoli progressivamente più magri alla sella quotata 2865 m. Da essa seguire l’elementare cresta SSW del Pizzo Crotto 2895 m, raggiungendone in breve la vetta. Scendere poi per la facile cresta NW al Passo Crotto 2730 m. Dal passo, si comincia la salita della cresta SW del Piz dil Crot. Percorso il primo tratto sul filo si giunge al piede di un salto roccioso. Spostarsi verso sinistra e per un canaletto roccioso (passaggi di I°) si riprende il filo di cresta sopra il salto. Ora seguire la cresta (passaggi di I°) ed in breve raggiungere la sommità. Essa è costituita da una cresta orizzontale lunga un centinaio di metri. Scendere poi per la semplice cresta NE alla sella detritica, sovrastata a settentrione, dal torrione quotato 2774 m. Esso si situa al principio della cresta SW del Piz Miez. Il primo tratto dirupato, di quest’ultima cresta, si evita tenendosi al piede delle rocce sul versante della Valle di Lei. In seguito percorrerne il facile filo fino all’ultimissimo tratto, ove è necessaria un po’ di attenzione nel superare dei grossi blocchi rocciosi all’apparenza poco stabili. Dalla vetta del Piz Miez, scendere per la facile cresta N alla quota 2760 m. Questo tratto è caratteristico per il passaggio dalle rocce cristalline della sommità alle rocce sedimentarie costituenti il versante nord-orientale della montagna. Dalla quota 2760 m, scendere direttamente dei ripidi pendii detritici in direzione NE. In questo modo si giunge alla erbosa quota 2445 m. Abbassarsi ancora sulla dorsale erbosa fino a 2350 m circa. Ora intraprendere una traversata in leggera discesa, verso SE. In questo tratto è richiesta attenzione, si percorrono infatti pendii erbosi piuttosto ripidi con alcune balze rocciose. Si arriva così proprio sopra le costruzioni dell’ Alpe Motta 1918 m. Calare allora su pendii erbosi di media inclinazione all’alpeggio. Da esso, una stradina sterrata in leggerissima salita, in direzione S, conduce all’ Alpe del Crot 1961 m. Sempre la medesima strada con breve tragitto, scende alla diga, percorsa la quale si fa ritorno al punto di partenza.

Creative Commons logo

The text and images in this page are available
under a Creative Commons CC-by-sa licence.