Similaun - Da Vent per la Niedertal ed il versante NW. Traversata Vent-Hochjoch Hospiz. - Hauslabjoch - Ötztaler Alpen - Italy
Similaun - Da Vent per la Niedertal ed il versante NW. Traversata Vent-Hochjoch Hospiz.

Similaun - Da Vent per la Niedertal ed il versante NW. Traversata Vent-Hochjoch Hospiz.

Hauslabjoch - Ötztal - Italy

Information
Min / max altitude1900m / 3606m
Duration2 days
Main facingN
Route typetraverse
Source

Salita alla Martin-Busch-Hütte

Da Vent si risale la pista servita dallo skilift con partenza ubicata dove confluiscono in un unico corso il Rofen-Ache e lo Spiegel-Ache. A circa metà pista si va verso sinistra per prendere il largo sentiero che entra nella Niedertal in direzione S stando costantemente sulla sinistra orografica dello Spiegel-Ache piuttosto alto rispetto l’alveo del torrente. Con percorso lungo, scomodo, costantemente a mezza costa e piuttosto monotono si giunge al rif. Martin Busch, m 2501 dopo circa 2 ore e 30 min.

Similaun

Si prosegue a monte del rifugio in direzione SW nel piatto ed infinito vallone; a circa 2800 m di quota si può optare di risalire il Niederjochferner tenendo la destra orografica del ghiacciaio (percorso più diretto) oppure procedere lungo il ramo occidentale dello stesso senza passare dal rifugio Similaun che si lascia abbondantemente alla propria destra. La salita alla vetta si presenta con un ultimo tratto più ripido ed una cresta che se in buone condizioni è percorribile con gli sci ai piedi. (Croce in cima).

Discesa

dalla vetta si scia prima in cresta e poi sulla ripida paretina esposta a NW, quindi ci si tiene alti in direzione W-NW puntando al rif. Similaun, si scende una cinquantina di metri sotto il rifugio (direzione N) e si ripella (m 2960 ca.) per risalire all’Hauslab Joch, m 3279. Il percorso è intuitivo e quasi sempre tracciato, si va verso N-NW su pendii in moderata pendenza, poi verso W sino ad incrociare il grande “ometto” in sassi con targa che ricorda il ritrovamento dell’uomo del Similaun. Da qui in pochi minuti salendo verso N si giunge al passo che si apre ai piedi della Fineilspitze. Siamo sul grande bacino dell’Hochjochferner. Si scende verso N costeggiando i contrafforti dell’HauslabKogel su pendii scarsamente inclinati, sotto i 3000 m i pendii sono più ripidi, a circa 2500 m di quota ci si sposta sulla sinistra orografica del vallone passando sotto le rocce dell’Arzbodele. L’Hochjoch Hospiz è già visibile da tempo, un ultimo bel pendio ci permette di raggiungere l’alveo del Rofel-Ache che si attraversa su di un ponte a quota 2292. A seconda dell’innevamento è possibile risalire al Hochjoch Hospiz m2412 lungo il sentiero estivo a piedi oppure, ripellando gli sci, lungo il versante E.

Con scarsa visibilità può presentare qualche problema di orientamento.

Creative Commons logo

The text and images in this page are available
under a Creative Commons CC-by-sa licence.