Piz Gaglianera - Da Cozzera (o da Daigra) in Val Camadra - Piz Gaglianera - Bündner Oberland - Adula - Tessin E - Switzerland
Piz Gaglianera - Da Cozzera (o da Daigra) in Val Camadra

Piz Gaglianera - Da Cozzera (o da Daigra) in Val Camadra

Piz Gaglianera - Bündner Oberland - Adula - Tessin E - Switzerland

Information
Min / max altitude1302m / 3121m
Duration1 day
Main facingS
Route typereturn_same_way
GearPiccozza e ramponi utili per percorrere la breve cresta sommitale.
Source

Salita

Da Cozzera (1302) o da Daigra (1403 m) inoltrarsi verso N nella Val Camadra seguendo la strada di fondovalle che si sviluppa sul fianco destro orografico del Torrente Brenno. La strada risulta spesso interrotta da grossi accumuli di valanga che obbligano a continue digressioni e rendono talvolta difficoltoso il procedere con gli sci ai piedi (questo tratto è soggetto a forte pericolo di valanghe che si staccano dai ripidi pendii sovrastanti, tra l’altro completamente privi di vegetazione di alto fusto). Giunti a circa 1750 m di quota dove la strada compie alcuni tornanti è possibile seguire il sentiero estivo (segnavia bianco-rosso) che permette di procedere più rapidamente e di portarsi nel tratto superiore della valle dove procedere con gli sci ai piedi è più agevole. Si sale comodamente superando l’Alpe di Camadra e dopo aver superato un dosso si raggiunge il Pian Geirétt a circa 2000 m di quota e da dove, risulta già visibile la Capanna Scaletta. Portarsi verso N compiendo una sorta di semicerchio intorno al pianoro e puntare ad un’evidente masso (ben visibile da lontano) posto nei pressi della forra sottostante la Capanna Scaletta. Giunti al terrazzo nei pressi del masso sopra citato risalire il breve ma ripido pendio posto sul fianco destro orografico della forra del Torrente Brenno e con alcune conversioni raggiungere la valletta soprastante, nei cui pressi sorge la Capanna Scaletta (2205 m). Seguire ora il corso del torrente e con percorso scarsamente inclinato infilarsi nella suggestiva piccola gola che conduce verso E in direzione del Passo della Greina. Al termine della gola si perviene ad una piana, traversarla e procedendo sempre verso oriente raggiungere l’ampia e poco pronunciata sella che contraddistigue il Passo della Greina (2352 m). Deviare decisamente verso N e risalire gli ampi e dolci pendii meridionali della dorsale Piz Valdraus, Piz Gaglianera e Piz Vial. In caso di manto nevoso assestato è possibile salire i ripidi pendii che si trovano sulla propria sinistra appena superata la gola. In ogni caso, giunti a circa 2400 m di quota risultano ben visibili la vetta del Piz Gaglianera e più ad oriente quella del Piz Vial. Puntare verso il Piz Gaglianera su terreno aperto e moderatamente inclinato, poi portarsi alla base della dorsale meridionale della montagna e risalire con alcune conversioni per un centinaio di metri il ripido pendio che sostiene l’edificio sommitale. Procedere sin dove possibile con gli sci ai piedi, comunque non oltre i 3000 m di quota e poi a piedi (ramponi e piccozza utili) per neve e facili roccette lungo la cresta S sino alla vetta (circa 15’ dal deposito sci).

Discesa

La discesa avviene nei pressi della via di salita con possibili varianti. Giunti alla Capanna Scaletta, se le condizioni lo permettono sciare la forra sottostante e raggiungere il Pian Geirétt. Traversare la piana mantenendosi sul fianco destro (orog.) e con una breve risalita raggiungerne il limite meridionale. Scendere poi per la Val Camadra sin dove possibile.

  • Nonostante sia leggermente più corta del vicino Piz Vial anche la salita scialpinistica del Piz Gaglianera è un bel viaggio. Dislivello e sviluppo ne fanno una gita fisicamente impegnativa; è pur vero che è possibile spezzare in due giorni l’itinerario pernottando alla bella e Capanna Scaletta (inaugurazione nuova capanna Estate 2009).
  • Itinerario tecnicamente non impegnativo se si eccettuano alcuni ripidi pendii sia nella parte sotto la capanna sia nella parte superiore appena sotto la vetta.
  • Come per il vicino Piz Vial l’itinerario richiede condizioni del manto nevoso sicure, soprattutto nel superamento del ripido tratto sotto la Capanna Scaletta e sul ripido pendio finale.
Creative Commons logo

The text and images in this page are available
under a Creative Commons CC-by-sa licence.