Piz Curvér - Da Zillis - Piz Curvér - Zentralgraubünden - Switzerland
Information
Min / max altitude1024m / 2972m
Duration1 day
Main facingN
Route typereturn_same_way
GearPer la breve cresta sommitale potrebbero rendersi utili i ramponi.
Source

Accesso

Superato il Traforo del S.Bernardino proseguire sull’autostrada in direzione di Chur. Oltrepassare Splügen, Rofla ed uscire dall’autostrada seguendo le indicazioni per Zillis (circa 25 Km dall’uscita del tunnel). Proseguendo lungo la statale per alcuni Km si raggiunge Zillis (983 m). Entrare nel piccolo centro abitato e prendere alla propria destra una stradina (indicazioni per Reischen) che si segue per circa 1 Km sino a che, poco prima del villaggio, si stacca sulla destra la strada forestale che conduce a Tischatscha e all’Alp Taspegn (cartelli gialli). Si parcheggia 50m oltre, in uno slargo nei pressi di una fattoria (quotata 1024 sulla CNS).

Salita

Appena fuori l’abitato di Zillis, lungo la strada che conduce a Reischen, seguire la stradina forestale che si snoda lungo il ripido fianco boscoso della montagna. Dopo non molto si transita nei pressi del’antico castello che si intravede sulla propria sinistra in posizione panoramica. Allorchè il bosco inizia a diradarsi si raggiunge la bella radura di Plan Tischatscha (1834 m) contraddistinta da una stupenda baita in legno con annessa stalla per il bestiame. Si prosegue lungo la strada che ora sale lungo uno stupendo e rado bosco di larici e cembri secolari. Al termine del bosco la stradina attraversa un breve ma ripido pendio (attenzione con neve instabile) e superata una caratteristica soglia glaciale conduce nella magnifica vallata sospesa dell’Alp Taspegn (2199 m) posizionata proprio all’inizio della piana su di un terrazzo alla propria sinistra. Da qui è ora ben visibile verso S la massiccia mole del Piz Curver. Ci si inoltra nella piana mantenendosi nei pressi del torrente su terreno aperto e scarsamente inclinato raggiungendo in breve una conca denominata Plans (2350 m). Si risale sempre verso S superando dapprima una larga conoide e poi con percorso progressivamente più ripido un evidente canalone (è quello più a destra, posto delimitato a destra dalla cupside rocciosa del Curver Pigt da Nedza). Il canalone non è particolarmente lungo ma la sua risalita richiede neve sicura ed obbliga a diverse conversioni; giunti quasi al termine si lascia alla propria destra l’evidente sella su cui sbucca il canalone in oggetto e si esce verso sinistra raggiungendo il circo superiore posto alla base dell’edificio sommitale del Piz Curver. Risalire su terreno mediamente inclinato il circo glaciale e piegando leggermente verso la propria sinistra e raggiungere la cresta E della montagna in corrispondenza di una selletta (in questo tratto neve spesso ventata). Abbandonati qui gli sci in breve per larga e facile cresta di sfasciumi si raggiunge l’ometto della vetta.

Discesa

per la via di salita. Molto belle la prima parte lungo il canalone e la conoide sottostante sino a Plans e poi il tratto nel rado bosco che conduce dall’Alp Taspegn a Plan Tischatscha.

03 marzo 2012 Da Edoardo: itinerario valutato nella guida Graubunden Sud del 2010 l’equivalente di AD. Ritengo però che la difficoltà d’insieme indicata da Fabrizio Righetti (PD+), nella prima ed unica relazione comparsa su camptocamp, sia più consona anche se a volte sul “piatto della valutazione d’insieme”(definita impropriamente sul sito “difficoltà sciistica complessiva”) potrebbe e dovrebbe incidere anche la lunghezza dell’itinerario. Anche alcuni raddrizzamenti del percorso, per esempio lungo il tratto della stradina (a condizione che ci sia un innevamento notevole)potrebbero innalzare la difficoltà sciistica puntuale e la difficoltà d’insieme. Il passaggio chiave rimane comunque quello che collega Plans all’ampio versante N del poco slanciato edificio sommitale. Prudenza nell’attraversamento del valangoso pendio che permette l’accesso all’A. Taspegn. Siamo arrivati in cima con gli sci ai piedi.

NB: La scala CAS è la seguente, ed è differente da quella da noi usata: F (+) facile PD (-+) poco difficile AD (-+) abbastanza difficile D (-+) difficile MD (-+) molto difficile ED (-+) estremamente difficile EX eccezionalmente difficile 7 gradi con l’aggiunta di un terzo di grado ( + o -)

Creative Commons logo

The text and images in this page are available
under a Creative Commons CC-by-sa licence.