Becca di Guin - Via normale da Place Moulin - Becca di Guin - Valais W - Pennine Alps W - Italy
Becca di Guin - Via normale da Place Moulin

Becca di Guin - Via normale da Place Moulin

Becca di Guin - Valais W - Pennine Alps W - Italy

Information
Min / max altitude1980m / 3805m
Duration2 days
Main facingSW
Route typereturn_same_way
Source

Dalla diga di Place Moulin seguire la strada sterrata che in un’ora porta al rifugio Prarayer. Dal rifugio seguire l’indicazione per il rifugio Aosta. Ad un bivio lasciare il sentiero principale per prendere la diramazione per l’alpeggio di Bellatsà 2474m.

Dall’alpeggio il sentiero diventa incerto e poco visibile; seguire comunque gli ometti ed i rari segni gialli che portano verso il bivacco Tete Roses. Giunti alla base della ben visibile Petit Tete di Bellatsà, lasciare la traccia ed inerpicarsi verso destra per gande erbose fino alla sommità della suddetta Petit Tete 2917m (grosso ometto). Puntare quindi alla ben più imponente Grande Tete di Bellatsà 3154m, prima per cresta e poi per rocce rotte e sfasciumi aggirando a sinistra la parte più ripida (I/II). Una volta giunti alla sua sommità, percorrere la cresta in leggera discesa fino a lambire il ghiacciaio De Le Grandes Murailles. Da qui il Col Budden è ben visibile, e va raggiunto sul ghiacciaio evitando i pochi crepacci ed un paio di facili fasce rocciose.

Una volta raggiunto il colle ed il bivacco Paoluccio, salire sulla evidente cresta spartiacque SSO, all’inizio su rocce rotte con passaggi di I e II. A metà la cresta si fa più solida e ripida con salti di roccia rossa di III sempre più esposti. Un ultimo traverso su placca (espostissimo) porta all’anticima 3765m (questo punto è ben visibile fin dalla diga). Continuare sulla cresta verso nord, con alcuni saliscendi ed un intaglio fino alla sommità della Becca di Guin 3805m.

Ascensione poco frequentata e con sapore d’altri tempi. Si svolge in un ambiate selvaggio e severo. Il percorso, anche se non presenta difficoltà alpinistiche elevate, va continuamente cercato e, in caso di nebbia o cattivo tempo può diventare molto pericoloso soprattutto nel tratto tra l’alpeggio di Bellatsà e la Grande Tete di Bellatsà. Lungo la cresta della Becca di Guin non è presente alcun tipo di segnalazione, né tantomeno ancoraggi. La roccia è tuttavia abbastanza solida.

Lungo la cresta delle Grandes Murailles sono presenti molte sommità e la cima può essere facilmente confusa con i vicini Jumeaux.

Per dividere l’ascensione in due giorni, si può pernottare al bivacco Paoluccio 3582m (molto panoramico) oppure al bivacco Tete Roses 3216m. Quest’ultimo anche se più lontano, permette un approccio più sicuro e segnalato in caso di brutto tempo.

Creative Commons logo

The text and images in this page are available
under a Creative Commons CC-by-sa licence.