Punta di Pollore - dalla Val di Rezzalo - Punta di Pollore - Ortler - Italy
Punta di Pollore - dalla Val di Rezzalo

Punta di Pollore - dalla Val di Rezzalo

Punta di Pollore - Ortler - Italy

Information
Min / max altitude1500m / 2965m
Duration1 day
Main facingS
Route typereturn_same_way
Source

Salita

Prendere la stradina che entra in Valle di Rezzalo (Parco Nazionale dello Stelvio) a raggiungere San Bernardo m 1851. Poco oltre la chiesetta si entra verso NNW nella valletta, inizialmente pianeggiante, (spesso “ricettacolo” di slavine provenienti dai vasti pendii superiori) fino ad intravedere, al suo termine, sulla destra in alto (NE) le baite di quota 2170 m circa. Raggiunte queste ultime per ripido pendio, si prosegue fino a quelle di Pollore m 2200; in caso di dubbi o recenti nevicate è consigliabile evitare la “delicata” valletta salendo in sicurezza dal sentiero estivo che sale sulla sinistra orografica di detta valletta raggiungendo le baite. Senza percorso obbligato, in direzione grosso modo N, si sale in campo aperto per ampi e ripidi dossoni fino alla quota 2954 m. Solitamente la maggior parte degli scialpinisti si arresta qui. Chi volesse raggiungere la vetta più elevata, deve semplicemente abbassarsi verso oriente alla vicina sella per salire poi la brevissima crestina SW della quota 2965 m, raggiungibile comodamente sci ai piedi. Sviluppo sola salita; 7 km

Discesa

nei pressi della salita, su terreno e pendenze ideali che garantiscono il divertimento, poi lungo la stradina di fondovalle. E’ possibile anche scendere ad E del dosso di Pollore e proseguire poi lungo il tracciato della teleferica fino al fondovalle (itinerario anche più sicuro della valletta che si scende normalmente ad W delle baite).

  • Il dislivello è concentrato per ben 1100 m nel tratto finale.
  • Gita alla portata di un medio sciatore ed esposta a S che, eventualmente, secondo le condizioni, necessita di una precoce discesa.
  • La Punta di Pollore culmina con tre quote ben distinte. La quota 2933 m, la quota 2954 m e la quota 2965 m (IGM 1:25000). Addirittura CNS quota 2925 m la 2933 m… Sono tutte raggiungibili senza particolari difficoltà. Questo tratto di cresta, ha generato negli anni parecchia confusione con svariati toponimi e quote. Anche a livello bibliografico non esiste tuttora (!) un testo chiaro ed affidabile. Purtroppo anche Gino Buscaini, nella sua magistrale Guida dei Monti d’Italia, Volume Ortles-Cevedale, tralasciò la descrizione del sottogruppo Gavia-Serottini, di cui queste montagne fanno parte. Quindi, nonostante il completamento della Guida Monti d’Italia, questo piccolo gruppo montuoso ne resta incredibilmente escluso…
  • Se vi interessa visionare la panoramica a 360° del peso di circa 1,5 MB dalla quota 2954 m (anticima Punta di Pollore) cliccate quì: **http://www.alpen-panoramen.de/viewer.php?pid=5972 **
Creative Commons logo

The text and images in this page are available
under a Creative Commons CC-by-sa licence.