Cima Cars - Dalla Certosa di Pesio - Cima Cars - Ligurian Alps - Italy
Cima Cars - Dalla Certosa di Pesio

Cima Cars - Dalla Certosa di Pesio

Cima Cars - Ligurian Alps - Italy

Information
Min / max altitude859m / 2217m
Duration1 day
Main facingN
GearEventualmente rampanti
Source

Dalla Certosa, seguire il tracciato della stradina a fianco del monastero (si tralascia una deviazione a sinistra) che si porta sul fondo del vallone di S.Bruno, e successivamente, a tornanti raggiunge il gias Sottano Baus dell’Ula (1289 mt); si continua lungo il tracciato della pista forestale tralasciando le indicazioni per punta Gardiola (palina); al termine di un tratto in traverso pressochè pianeggiante ( 30 mt prima di un tornante a sx con nuova indicazione per punta Gardiola)seguire sulla destra (nuova palina con indicazione di Gias Burque a 20 minuti)il malagevole tracciato di un sentiero che, dopo circa 500 mt in piano, raggiunge il vallone della Piastra a quota 1560 mt. Si segue tale vallone sulla destra orografica, prima più stretto e ripido con numerosi arbusti, poi via via più ampio e a moderata pendenza fino allo spartiacque Pesio - Ellero in vicinanza di un grande ometto ( palina); si volta a destra e si risale con numerose svolte un ripido pendio di circa 80 mt di dislivello che raggiunge l’altipiano del Carset (1963 mt) che si segue in tutta la sua lunghezza tenendosi sulla destra fino ad arrivare sotto il pendio sommitale che si affronta dapprima sul fondo di un valloncello fino al suo termine quindi spostandosi a sinistra sul tratto terminale ( a sinistra ben visibili due croci) che si risale con numerose giravolte su terreno mediamente ripido, fino alla cresta sommitale che si segue, in piano, a destra fino alla cima . In discesa si ritorna brevemente indietro di circa 50 mt e si affronta il ripido pendio esposto a sud di circa 200 mt di dislivello che raggiunge il colle Serpentera; da qui si segue l’evidente dosso ( o l’avallamento sulla sua destra) che raggiunge il Gias Madonna ( già ben visibile dalla punta); si continua per ulteriori radure che immettono nel bosco abbastanza fitto ma discretamente sciabile ; si raggiunge una nuova radura a quota 1293 mt - sulla destra nelle vicinanze il rifugio privato Villa Soche); da qui si prosegue nel bosco fittissimo tenendo come riferimento il sentiero estivo ( ripido ) fino al sbucare, al meglio, sulla pista da fondo che , rapidamente porta al piano delle Gorre (1074 mt), al villaggio Madonna d’Ardua e infine alla Certosa di Pesio.

Giro ad anello con discreto spostamento

Il pendio dalla punta al colle Serpentera è S3 sostenuto , da fare con neve assestata ( fondo erboso, rischio di distacco di lastroni) L’altra difficoltà è l’orientamento e lo ski bataille per circa 200 mt di dislivello nel tratto terminale fino alla pista da fondo

La salita è a N; la discesa: i primi 200 mt a S quindi W

Accesso : Torino - autostrada To-SV uscita Mondovì - indicazioni Chiusa Pesio e Certosa Pesio

Creative Commons logo

The text and images in this page are available
under a Creative Commons CC-by-sa licence.