Punta Cadina / Cima Cadine - Dalla Val Contrin - Punta Cadina / Cima Cadine - Dolomites centrales - Italy
Punta Cadina / Cima Cadine - Dalla Val Contrin

Punta Cadina / Cima Cadine - Dalla Val Contrin

Punta Cadina / Cima Cadine - Dolomites centrales - Italy

Information
Min / max altitude1500m / 2885m
Duration1 day
Main facingN
Route typereturn_same_way
Source

Fantastico ambiente al cospetto della S della Marmolada e del Sasso Vernale.

Si posteggia sul Parcheggio della funivia del Ciampac ad Alba di Canazei, quota 1480 m ca., si prende la stradina che sale in Val Contrin proprio alle spalle della stazione di partenza del Ciampac. Giunti all’imbocco di questa Valle pensile la si percorre in piano sulla sinistra orografica, poco dopo aver superato il torrente si raggiunge il Rifugio Malga Cianci, da qui per pendii poco inclinati si raggiunge in breve il Rifugio Contrin m 2016. Dal rifugio Contrin si procede alle spalle della struttura in direzione Sud risalendo i pendii immediatamente ad Ovest delle Cime di Ombreta, la Val de le Cirelle; intorno quota 2500 il percorso lascia maggior spazio alla propria discrezionalità, in funzione delle condizioni di innevamento si può evitare di passare dal Passo delle Cirelle puntando direttamente verso Ovest per pendii più ripidi e raggiungere verso quota 2700-2750 un platau che più dolcemente conduce allo strappetto finale, quindi con pochi passi senza sci si tocca la cima segnalata da una piccola palina. DISCESA: lungo l’itinerario di salita con qualche piccola variante per sfruttare al meglio le pendenze fino al Contrin, poi sempre lungo la traccia di salita, spingendo di tanto in tanto fino al ristoro Locia Contrin m 1736 (chiuso in inverno) si continua a seguire la stradina sino ad un cartello segnaletico estivo da dove con un taglio nel bosco in direzione NW (sentiero) si raggiunge la pista del Ciampac lungo cui, con bella sciata, si ritorna al punto di partenza.

Itinerario di difficoltà medio-bassa.

Alloggio : il rifugio Contrin dispone di un locale invernale (ma la porta è quasi rotta, e lascia passare molta aria fresca…) Nota di Edoardo Satiro Gita non difficile in ambiente selvaggio e spettacolare; la conca del Rifugio Contrin giustamente famosa in estate assume in inverno una veste ancora più bella. Con una buona scelta della traccia è possibile considerare questa gita relativamente sicura.

Creative Commons logo

The text and images in this page are available
under a Creative Commons CC-by-sa licence.