Monte Cermigna / Zerminiger spitze - Da Certosa di Senales per la Valle di Pinalto - Zerminiger Spitze - Ötztaler Alpen - Italy
Monte Cermigna / Zerminiger spitze - Da Certosa di Senales per la Valle di Pinalto

Monte Cermigna / Zerminiger spitze - Da Certosa di Senales per la Valle di Pinalto

Monte Cermigna - Zerminiger Spitze - Ötztal - Italy

Information
Min / max altitude1520m / 3109m
Duration1 day
Main facingE
GearPer la cima è necessario portare ramponi e piccozza: poco sotto la vetta c’è un tratto un po’ affilato ed esposto che può richiederne l'uso.
Source

Accesso

Raggiunto l’abitato di Certosa si sale al soprastante Sennhof. Oltre il maso la strada continua a fondo naturale e dopo poco più di 300m giunge ad un piccolo spiazzo in corrispondenza del divieto forestale a 1520 m circa.

Salita

Dal piccolo parcheggio presso il divieto forestale si risale la strada che dopo pochi metri si biforca. Ignorato il ramo di sinistra che sale alla malga del Convento si prosegue diritti lungo il ramo diretto in valle di Pinalto. Dopo un primo tratto un po’ ripido la forestale prosegue in moderata pendenza e con un ampio giro in senso antiorario si porta in valle di Pinalto. Superati due tornanti e dopo aver eventualmente attraversato una grossa valanga che tutti gli anni si stacca da un soprastante canalone si giunge ad una presa d’acqua in località Capanna di Pinalto 1789 m. Da qui la forestale prosegue un po’ più ripida sempre sul lato sinistro del torrente e dopo circa 1,5 km giunge ad un ponte. Passati sulla sponda opposta si giunge ben presto ad un piano con piccolo baita q. 2011 m che può offrire riparo in caso di necessità. Al termine del piano si continua per ampi e moderati pendii punteggiati da radi alberi cercando di seguire grosso modo la strada forestale. In dolce salita, senza percorso obbligato, si punta ad una evidente croce a tre bracci q. 2300 m circa posta all’inizio della vasta piana della malga di Pinalto (5km circa). Giunti alla malga 2319 m si prosegue verso ovest, aggirando inizialmente il dosso posto alle sue spalle. Sempre tenendosi sul lato sinistro idrografico della valle si sale in falsopiano in direzione della q. 2639 m sulla quale sono ben visibili una croce a tre bracci e due grossi ometti. Giunti nei suoi pressi si risale un breve ed evidente canalino (qualche metro un po’ ripido) che si insinua tra la citata q. 2639 m e la q. 2613 m e che permette di accedere alla parte superiore della valle. Si continua ancora piuttosto lungamente in direzione ovest per appena accennate vallette e facili pendii, ormai in vista della cima. Un ultimo tratto praticamente pianeggiante adduce ad un pendio che permette di raggiungere la sella compresa tra il monte Cavallo e la cresta SE del monte Zerminig a q. 2870 m circa. Si continua ancora brevemente verso ovest e con un giro a 180° in senso orario ci si porta agevolmente su una spalla della cresta SE a q. 2940 m circa. Lasciati gli sci si risale inizialmente un ripido pendio nevoso con qualche roccetta affiorante e guadagnato nuovamente il filo della cresta si sale senza particolari difficoltà per larga e piuttosto ripida dorsale nevosa fino a giungere in vista della cima. Circa 50 m sotto di essa la cresta si fa più affilata e a seconda della conformazione della neve può eventualmente richiedere l’uso di ramponi e piccozza. Gli ultimi metri sono nuovamente facili e portano in breve al grosso ometto ed al cartello in legno recante il nome della cima.

Discesa

lungo l’itinerario di salita

Itinerario del tutto elementare fino ai piedi della cresta SE della cima. La cresta, pur non essendo particolarmente difficile, può presentare dei tratti con accumuli nevosi piuttosto duri ed affilati che richiedono l’uso di ramponi e piccozza.

Creative Commons logo

The text and images in this page are available
under a Creative Commons CC-by-sa licence.