Col Perdu - Canalone NE - Col Perdu - Graian Alps - Charbonnel - Italy
Information
Length19000m
Min / max altitude1580m / 3285m
Duration1 day
Main facingNE
GearCasco consigliato
Source

Itinerario di grande soddisfazione, tra i più ambiti della zona, da non perdere per gli amanti dello sci ripido. La parte finale è rappresentata dall’evidente canalone posto tra la Levannetta a destra e la Levanna Orientale a sinistra.

Salita

Lasciata l’auto nel parcheggio adiacente la diga del Lago di Ceresole m1580, attraversare quest’ultima e seguire la strada che costeggia il versante orografico dx del lago fino ad una evidente mulattiera con le indicazioni per il Rifugio Leonesi (Gta 525); la mulattiera, che in seguito diventa sentiero, consente di raggiungere i piani antistanti i pendii ed il canale finale (m2024). Raggiungere la neve passando nelle vicinanze dell’Alpe Trucco (m2098), percorrere i pendii sul versante orografico dx della parte terminale del canalone spesso occupata da residui di valanghe, portarsi sul versante orografico sx attraversando, nel punto più agevole, la valanga e proseguire fin dove è possibile con gli sci sul conoide del canale; calzare i ramponi e raggiungere il colle percorrendo il canale che gradatamente aumenta di inclinazione fino a superare i 45°.

Discesa

seguendo l’itinerario di salita.

Itinerario di notevole impegno per spostamento, dislivello ed inclinazione del canalone finale; tale impegno è accentuato in stagione avanzata dal dover percorrere a piedi la parte bassa (fino a 2200 m) per assenza di neve. Inoltre, l’attraversamento delle valanghe di notevoli proporzioni e la presenza di neve profonda nella parte alta del canale possono incidere significativamente sui tempi di salita.

L’esposizione NE mantiene il manto nevoso in buone condizioni, al di sopra dei 2000m di altitudine, fino a stagione avanzata. E’ consigliabile, comunque, raggiungere il colle ad un ora adeguata per affrontare la discesa in condizioni di sicurezza.

Creative Commons logo

The text and images in this page are available
under a Creative Commons CC-by-sa licence.