Monte Crotta - Tour da Forno per la Mazza dell'Inferno + canale N + Monte Crotta e versante S - Monte Crotta - Valais E - Pennine Alps E - Italy
Monte Crotta - Tour da Forno per la Mazza dell'Inferno + canale N + Monte Crotta e versante S

Monte Crotta - Tour da Forno per la Mazza dell'Inferno + canale N + Monte Crotta e versante S

Monte Crotta - Valais E - Pennine Alps E - Italy

Information
Min / max altitude896m / 1965m
Duration1 day
Route typereturn_same_way
GearRamponi e piccozza
Snowboarding possible
Source

Parcheggiare l’auto a Forno e percorrere a piedi le belle stradine in direzione NE sino a imboccare il sentiero che conduce all’alpe Brisuccia. Risalire quindi il ripido pendio di bosco rado in direzione NW sino a intersecare il costone S che corre lungo il meridiano 666000 della cartografia svizzera; lo si interseca a circa 1400 m di quota. Da questo punto salire lungo il filo di cresta che diventa via via più ripido ed affilato (ramponi utili) sino a raggiungere la cresta a quota 1800 m che, da W a E, collega la Mazza dell’Inferno al Monte Crotta.( Da questo punto, girando a SX su cresta e a piedi si può raggiungere la vetta della Mazza dell’Inferno). L’itinerario seguito prevede, una volta raggiunto la cresta a quota 1800 di “tuffarsi” verso l’Ossola, sino a raggiungere il punto quotato 1092 scendendo per circa 700 m. La direzione da seguire è N pieno. I primi 100 m sono su pendio relativamente aperto che si incassano in uno stretto e ripido canale (4.1) che scende per un centinaio di metri. Sotto si apre il vallone che su pendenze molto più contenute ci porta a quota 1092, punto di confluenza di due valli laterali (una che scende da NW dal Monte Ventolaro, l’altra da NE dal Monte Crotta). Ripellare (circa 900 m) e risalire in direzione SE il bel canale-vallone che scende dal monte Crotta, inizialmente la valle è piuttosto incassata, successivamente il fornale diventa sempre più ampio con pendenze sempre sostenute. Dalla vetta del Monte Crotta scendere i ripidi pendii S spostandosi rapidamente verso DX sino sotto alla verticale del punto quotato 1867 e sciare lo splendido costone che scende all’alpe Cugnolo, da qui raggiungere su ripido pendio il fondo del torrente e seguire il sentiero che riporta a Forno chiudendo il giro

Le pendenze sia dei pendii S che di quelli N, senza mai essere eccessive, sono sempre sostenute. Sul versante N le innumerevoli vallette e pendii che scendono” dal Ventolaro al Monte Crotta e oltre” confluiscono abbastanza agevolmente tutte al punto quotato 1092 quindi “spazio alla fantasia”, non così sul versante S. L’itinerario prevede un certo dislivello e una serie di cambi di assetto (in relazione alle condizioni nivo) e non sarà facile trovare contemporaneamente good condition sia a S che a N per contro credo non si corra il rischio di trovare troppo affollamento ..
Solo due expo secche: S-N / N-S. I pendii S ripidi si scaldano rapidamente, tenerne conto.

Creative Commons logo

The text and images in this page are available
under a Creative Commons CC-by-sa licence.