da Santa Maria Navarrese a Cala Gonone - Selvaggio Blu - France
da Santa Maria Navarrese a Cala Gonone

da Santa Maria Navarrese a Cala Gonone

Selvaggio Blu - France

Information
Min / max altitude1m / 770m
Duration7 days
Main facingE
Route typetraverse
Gear- Attrezzatura da alpinismo - Attrezzatura da bivacco - Corda 2x45m
Source

Il Selvaggio Blu è un trekking impegnativo, alpinistico, con tratti di arrampicata e calate in corda doppia. Si snoda in direzione S-N sull’orlo delle falesie nel tratto di costa tra Pedra Longa e Cala Luna. Ideato negli anni ’80 da due alpinisti italiani, Mario Verin e Peppino Cicalò, che per primi hanno percorso tratti di sentieri dei pastori e di antiche mulattiere dei carbonai di fine ’800 collegandoli in un itinerario selvaggio.

1° giorno

Da Santa Maria Navarrese a Pedra Longa a Cuile de us Piggius # 5h

Nessuna difficoltà tecnica. Comodo sentiero da Santa Maria Navarrese a Pedra Longa, dopo di che inizia il vero Selvaggio Blu.

2° giorno

Da Cuile de us Piggius a Portu Pedrosu e Portu Cuau # 6h

Tappa non particolarmente impegnativa, caratterizzata da Punta Ginnircu (700m) e dalla cengia Giradili. Cuile de us Piggius (aperto e gestito) può essere raggiunto in fuoristrada da Golgo.

3° giorno

Da Portu Cuau a Cala Goloritzè # 8h

Tappa lunga, orientamento non sempre facile ma nessuna particolare difficoltà tecnica.

4° giorno

Da Cala Goloritzè a Bacu Mudaloru # 6h

E’ la tappa più impegnativa. Dura da subito, con alcuni passaggi di arrampicata e quindi una faticosa salita. Nella seconda parte dell’itinerario si affrontano le prime discese in corda doppia. Variante: nel 2014 è stata attrezzata con 30m di cavo e qualche gradino il collegamento tra i sentieri per poter unire Cala Goloritzé a Cala Ispuligedenie senza risalire la gola di Boladina e percorrere la Serra e’ Lattone. Utilizzando alcuni tronchi in ginepro per agevolare il passaggio, ora il tratto verticale è percorribile con kit ferrata e presenta una difficoltà tecnica non superiore a quella originaria.

5° giorno

Da Bacu Mudaloru a Cuile Piddi (Cuile Mancosu) # 5h

Discreta salita iniziale su pietraia, quindi tratti di arrampicata e discese in corda doppia.

6° giorno

Da Cuile Piddi (Cuile Mancosu) a Cala Sisine # 6h

Si attraversano i grandi boschi sospesi di Biriola, Orronnoro e Sisine. Diverse discese in corda doppia (anche 45 metri) e tratti di arrampicata, comunque attrezzati con catene, conducono alla cala. 300m all’interno di Cala Sisine c’è l’agriturismo _Su Cuile _

7° giorno

Da Cala Sisine a Cala Luna e Cala Fuili # 5h

Tappa senza difficoltà nè passaggi tecnici. Da Cala Fuili si ritorna nel mondo abitato: in 3,5 km di strada asfaltata si raggiunge Cala Gonone. Tra Cala Sisine a Cala Luna è possibile una variante, consigliata, che corre più vicina alla costa rispetto all’itinerario originale. A Cala Luna è presente un punto di ristoro.

Sviluppo e tempi

Da Pedra Longa a Cala Fuili si considerino, a titolo orientativo, uno sviluppo di circa 55km e una cinquantina di ore di cammino soste comprese.

Logistica

E’ necessario provvedere all’autosufficienza idrica ed alimentare, e i pernottamenti sono all’aria aperta o in ovili (cuili in sardo). Una possibilità è quella di sistemare via mare, magari appoggiandosi ad agenzie del luogo, delle riserve di acqua e cibo in alcuni punti di sosta.

Cartografia

IGM: fogli 518/III, 518/IV, 517/I, 500/II scala 1:25.000 Carta Escursionistica Selvaggio Blu 1:15000 - Editore Enrico Spanu, 2014

Link

www.selvaggioblu.it di Corrado Conca, guida escursionistica nonchè autore del libro-guida Selvaggio Blu, organizzatore ed accompagnatore di gruppi.

www.coopgoloritze.com della Cooperativa Goloritzé, che organizza ed accompagna gruppi.

www.marioverin.com libro, carta 1:15000, download traccia gpx

www.caiponte.com/selvaggioblu del CAI Ponte San Pietro, descrive con perfezione e dettagli, cartine, tracce GPS, filmati e consigli, il Selvaggio Blu percorso con successo a fine Maggio 2007 da un gruppo di soci autorganizzati. Una monografia esauriente e completa, impaginata a regola d’arte.

Creative Commons logo

The text and images in this page are available
under a Creative Commons CC-by-sa licence.