Monte Gruf - da Cantone per il canalone dell'Aurosina - Monte Gruf - Engadin - Disgrazia - Italy
Monte Gruf - da Cantone per il canalone dell'Aurosina

Monte Gruf - da Cantone per il canalone dell'Aurosina

Monte Gruf - Engadine - Disgrazia - Italy

Information
Min / max altitude1200m / 2936m
Duration1 day
Main facingNW
Snowboarding possible
Source

Da Cantone 1301m(riscia su IGM e CNS) si segue il sentiero della traversata dei Monti, la palina CAI è proprio nel gruppo più numeroso di baite, percorre la piana principale (porta da calcio) in leggera discesa ed entra nel bosco. sempre il leggera discesa giunge alla piccola radura con 3 baite di Monte Sponda 1247m (IGM), qui piega decisamente nella Valle Aurosina e sempre in leggera discesa oltrepassa una vallaccia recentemente franata e la supera con 3 scalette metalliche e alcune catene (attenzione passaggio obbligato, all’infuori del sentiero è molto difficile entrare in Val Aurosina). sempre in leggera discesa si raggiunge il Ponte sul Torrente Aurosina a 1207m (IGM). attraversato si segue il fondo valanghivo nei pressi di Tabiadascio 1245m e dopo una 20ina di metri si prosegue verso S in Valle Aurosina fino a raggiungere Crotto 1376m dove si entra nel letto del fiume. nei pressi di Spluga 1450m si imbocca sulla destra orografica il Canalone dell’Orgina (Aurosina), un incredibile forra che altro non è che una faglia tettonica (prosegue rettilinea anche sul versante opposto di Codera). la si percorre, a circa 1800m compie una S poco pronunciata dopodichè sale dritta fino alla Bocchetta di Val Piana. le pendenze sono modeste, si fanno moderate verso i 2100m, dove poco dopo si congiunge con i pendii dei circhi superiori di Alpesella e Penz. Al Piede delle pareti del Monte Conco e Monte Gruf, circa 2400m ha inizio la parte ripida del canale. comincia subito molto stretto 6-8m e con pendenze di quasi 40°, poi si allarga e aumenta di pendenza circa 45°( qui il fondo si mantiene sul Lato Conco mentre sul Lato Gruf c’è la parte larga di fatto in contropendenza, tenendola in salita si evitano anche i pochi pericoli oggettivi), negli ultimi 70m la pendenza arriva fino a 50° e l’uscita è abbastanza particolare: solitamente sulla destra (salendo) si forma una cornice, mentre sulla sinistra c’è un canaletto più stretto separato dalla cornice da un piccolo obelisco di roccia che giunge alla Bocchetta di Val Piana 2757m (IGM) senza complicazioni. lasciati gli sci si evita la prima parte Ripida della cresta NE del Monte Gruf appoggiando sulle roccette lato Val Codera (alcuni passi di II), fino a raggiungere il filo di cresta che si segue fino alla vetta appoggiando sul lato Val Codera qualora ci fossero cornici.

Per raggiungere Cantone bisogna fare il Permesso consorziale presso Villa di Chiavenna, in comune, in biblioteca o nel bar in centro. costo 10€. Itinerario d’Ambizione di carattere Selvaggio in ambiente Grandioso e Severo che segue un’incredibile forra lunga più di 3,5km con un dislivello di 1300m. Servono condizioni di neve molto Stabile

Creative Commons logo

The text and images in this page are available
under a Creative Commons CC-by-sa licence.