Punta Grober - per la cresta NE - Punta Grober - Valais E - Pennine Alps E - Italy
Punta Grober - per la  cresta NE

Punta Grober - per la cresta NE

Monte Grober - Valais E - Pennine Alps E - Italy

Information
Min / max altitude1327m / 3497m
Duration2 days
Main facingN
Glacier gear required
Snowboarding possible
Source

Salita Da Pecetto risalire le piste del Belvedere in direzione del rifugio Zamboni dove si può pernottare nello spazioso locale invernale. Dal rifugio proseguire puntando verso il margine destro orografico del ghiacciaio delle Locce,prima di giungere allo sperone roccioso che delimita il ghiacciaio 2700m.ca.(canalino Pisati) risalire a sinistra un pendio sui 40° tenendo la sx risalire tra una breve fascia rocciosa, se ben ricoperta di neve nessun problema (nel caso dicono passaggio 3° con chiodo a metà),si attraversa poi verso sinistra il vallone soprastante fino a raggiungere la cresta a 3200m ca. in direzione dell’ultima gobba nevosa prima dell’intaglio che precede lo sperone roccioso a nord del PIzzo Bianco. Inizia qui la parte più estetica dell’ascensione,seguendo fedelmente il filo di cresta con diversi saliscendi e giungendo senza difficoltà in cima.

Discesa Per la discesa spostarsi sul versante di Alagna e in base alle condizioni d’innevamento senza percorso obbligato scendere con sci o a piedi fino a raggiungere l’evidente Colle delle Locce 3334m. qui comincia la discesa vera e propria ci si tiene dapprima sotto la parete della Punta Tre Amici e dopo aver lasciato sulla destra una fascia di crepacci ci si sposta progressivamente verso destra fino a giungere alla bastionata rocciosa a fianco della quale si trova il canalino Pisati andando cosi ad incrociare l’itinerario di salita.

Altrimenti ripercorrere l’itinerario di salita. Considerare che alla spalla 3334m bisogna risalire per qualche metro. Verso la fine del lenzuolone che parte dalla cresta, si apre verso N a 2900m un canalino che scende puntando verso lo Zamboni e termina verso i 2550m; può essere una delle numerose piccole varianti di discesa che offre questo itinerario.

La salita non presenta difficoltà elevate, soprattutto in caso di buon innevamento, però da dove si calzano i ramponi (2700 m prima del canalino pisati) alla cima, una scivolata potrebbe non essere raccontata data la pendenza del canalone d’accesso alla cresta e gli scivoli a sx e a dx della cresta stessa che danno nel vuoto o sulle seraccate del ghiacciaio. L’itinerario, invece, potrebbe presentare difficoltà più elevate qualora il canalone d’accesso alla cresta presentasse uno scarso innevamento, quindi si affronterebbe la fascia rocciosa, e se anche la cresta dovesse presentare zone di ghiaccio vivo. Da non sottovalutare la lunghezza dell’itinerario e i saliscendi in cresta che fanno aumentare il dislivello.

Creative Commons logo

The text and images in this page are available
under a Creative Commons CC-by-sa licence.