Cima dei Bureloni - dal passo Valles per la Forcella di Venegia ed il Passo delle Farangole. Traversata Passo di Valles-Val Venegia loc. dei Casoni - Cima dei Bureloni - Dolomites centrales - Italy
Cima dei Bureloni - dal passo Valles per la Forcella di Venegia ed il Passo delle Farangole. Traversata Passo di Valles-Val Venegia loc. dei Casoni

Cima dei Bureloni - dal passo Valles per la Forcella di Venegia ed il Passo delle Farangole. Traversata Passo di Valles-Val Venegia loc. dei Casoni

Cima dei Bureloni - Dolomites centrales - Italy

Information
Min / max altitude1680m / 3130m
Duration1 day
Main facingNE
Route typetraverse
Source

Dal Passo di Valles m 2031 si percorrono i pendii tra Cima Valles e Cima Caladora in direzione SE verso l’evidente Forcella di Venegia m 2217, che si raggiunge con una uscita piuttosto ripida talvolta ostacolata da cornice. Dalla Forcella si intraprende una lunga traversata in direzione SE cercando di perdere meno quota possibile e trovando i passaggi migliori in un ambiente molto articolato, ricco di valloncelli, piccoli salti rocciosi, pendii spesso ripidi e valangosi. Attraversato il Vallon della Venegiota si tagliano, procedendo verso S, i pendii ovest del M. Mulaz sino ad entrare in un vallone chiuso in alto da un salto di rocce. Lo si risale sci ai piedi ( direzione ESE) sin quando stringendosi e aumentando di inclinazione costringe ad una progressione con gli sci in spalla, superata una strettoia ostruita da un saltino roccioso si perviene facilmente al Passo del Mulaz m 2619. Davanti ora si para la formidabile bastionata, che va dal Campanile del Focobon alla Cima dei Bureloni, apparentemente inaccessibile; si continua verso S senza perdere eccessivamente quota per risalire successivamente verso il visibilissimo Passo delle Farangole m 2814 tra il Campanile del Focobon e la Torre delle quattro Dita, uno stretto intaglio che permette di accedere alla selvaggia Val Grande. Se ben innevato il canalino di accesso al passo è percorribile sci ai piedi con strette inversioni; dal suggestivo intaglio conviene scendere a piedi il ripido versante S per circa una settantina di metri di dislivello, quindi ricalzati gli sci si tagliano con un diagonale ascendente verso SW i ripidi pendii E della Cima di Val Grande, si continua per il ghiacciaio delle Zirocole fino al Passo dei Burloni, m 2980, su terreno sempre sostenuto. Anche il pendio finale che porta in cresta è ripido ed esposto e va risalito solitamente con gli sci in spalla, in ultimo una facile ed aerea cresta permette di raggiungere la panoramica cima segnalata da un semplice ometto di sassi. DISCESA: per l’itinerario di salita superando nuovamente il passo delle Farangole, quindi lasciando a destra in alto il Passo del Mulaz si scende dapprima verso SE poi in direzione NW su bei pendii sino in Val Venegia che si percorre interamente seguendo la stradina che passa per la Malga Venegiota, m 1824, e la Malga Venegia sino alla località Piano dei Casoni, m 1680, dove si incrocia la strada asfaltata per il Passo Valles.

Itinerario lungo e complesso che richiede continui “cambi di assetto”(salite con ramponi o sci a seconda delle condizioni) che fan perdere molto tempo. Il percorso dalla Forcella Venegia al Passo del Mulaz attraversa pendii pericolosi per valanghe che richiedono un passaggio ad ora non troppo tarda ed un po’ di intuito per evitare giravolte inutili. Il canalino di uscita al Passo del Mulaz è preferibile percorrerlo con innevamento abbondante. I pendii su cui si snoda questo itinerario sono generalmente sostenuti richiedono quindi ottima tecnica di salita ed innevamento sicuro.

Creative Commons logo

The text and images in this page are available
under a Creative Commons CC-by-sa licence.