Pizzo degli Uomini - da Vedello per la Valle di Caronno - Pizzo degli Uomini - Bergamo Alps - Italy
Pizzo degli Uomini - da Vedello per la Valle di Caronno

Pizzo degli Uomini - da Vedello per la Valle di Caronno

Pizzo degli Uomini - Bergamo Alps - Italy

Information
Min / max altitude1032m / 2895m
Duration1 day
Main facingW
Route typereturn_same_way
GearPiccozza e ramponi per la cima, per gli ultimi 50m di dislivello è consigliabile anche uno spezzone di corda.
Source

Da Vedello 1032m seguire la strada che sale ad Agneda. Se sgombra da neve o ghiaccio anche in auto. Passare il piccolo paese 1228m e percorrere il lungo piano fino ai tornanti che portano al Lago di Scais 1494m (diga). A circa 1400m attraversare a sinistra il ponticello con indicazione Rifugio Mambretti, salire per sentiero il bosco con alcuni tornanti e raggiungere la casa dei guardiani della diga di Scais 1503m Costeggiare il lago e raggiungere le Case di Scais 1547m. Salire per sentiero nel nel bosco soprastante ad esse, fino a raggiungere la piana nei pressi della Baita Caronno 1612m proseguire lungo questa piana fino al suo termine in direzione SE, portarsi nell’evidente valletta ed in seguito salire il dosso alberato sulla destra, che lo si segue interamente fino a raggiungere alla fine della vegetazione il Rifugio Mambretti 2003m. Dal rifugio salire il dosso soprastante verso N nominato Gli Uomini passando nei pressi della quota 2231m, continuare verso E poi a NE a destra delle quote 2339m e 2368m, in seguito verso E raggiungere una piana a S del Pizzo Biorco a circa 2580m, scendere leggermente e ora, a seconda delle condizioni, si salgono dei pendii abbastanza ripidi, (meglio verso sinistra), per poi verso i 2750m arrivare dopo un traversino verso destra alla base di un ulteriore ripido pendio che raggiunge una delle 2 sellette, quella di destra più evidente, l’altra meno evidente è più una spalla che una sella; se le condizioni lo permettono è meglio raggiungere quella più a monte, di sinistra, perchè se si sale a quella di destra si è obbligati a mettere gli sci in spalla per superare un breve saltino roccioso, per poi dopo aver messo di nuovo gli sci raggiungere ugualmente la sella più alta di sinistra, dove si depositano definitivamente gli sci. Aggirare le rocce verso destra e salire una canalino abbastanza ripido fino a dover traversare sotto delle rocce verso destra su una specie di cengia e raggiungere un successivo attraversamento esposto di circa 4m (tratto chiave), dopo di che si raggiunge facilmente la cima senza più difficoltà.

Discesa nei pressi della via di salita, ma con possibilità, conoscendole, di varianti sotto la quota dei 2200m circa, senza più passare dal rifugio.

Diversi tratti potenzialmente pericolosi per il distacco di valanghe, specie sopra i 2500m L’ultimo tratto a piedi è alpinistico. Sviluppo abbastanza lungo, circa 9 km da Agneda

Creative Commons logo

The text and images in this page are available
under a Creative Commons CC-by-sa licence.