Piz Borel - Anello Andermatt>Oberalp Pass>Cna da Maighels>Piz Borel>Vermigelhutte>Unteralptal>Andermatt - Piz Borel - Bündner Oberland - Adula - Tessin E - Switzerland
Piz Borel - Anello Andermatt>Oberalp Pass>Cna da Maighels>Piz Borel>Vermigelhutte>Unteralptal>Andermatt

Piz Borel - Anello Andermatt>Oberalp Pass>Cna da Maighels>Piz Borel>Vermigelhutte>Unteralptal>Andermatt

Piz Borel - Bündner Oberland - Adula - Tessin E - Switzerland

Information
Min / max altitude1447m / 2952m
Duration1 day
Main facingNW
Route typeloop
Source

Da Andermatt prendere il trenino (CHF 8; parcheggio auto stazione CHF 5) per l’OberalpPass m 2044, calzati gli sci perdere ca 200 m di quota verso Sedrun, stando a destra della strada del passo, sino alla località Millex dove si incontra la palinatura che segnala la salita alla Capanna Maighels. Seguire il percorso segnalato con le paline verso S senza raggiungere la capanna che si lascia in alto a sinistra. Si continua nella piatta val Maighels verso S perdendo all’inizio qualche metro di quota. Prima del Pass Maighels si piega leggermente verso SE per risalire gli ampi e dolci pendii verso il ghiacciaietto di Maighels. Raggiunta la conca finale è visibile la croce del Piz Borel con la sua cresta NE. Il colletto da raggiungere è la depressione più bassa della cresta stessa. La cresta la si sale per i primi metri stando sul versante SE, poi preso il filo lo si percorre scendendo due brevi risalti prima di raggiungere la minuscola e aerea vetta con croce (la cresta è attrezzata con corde fisse talvolta sommerse dalla neve il che può rendere la stessa più impegnativa). DISCESA: Ritornati al colletto si scende il bellissimo pendio verso NW, si supera la cresta NW del Borel(quota 2700 m ca.) tenendo sulla destra la quota 2679 e su terreno con inclinazione ideale per lo sci si continua in direzione NW puntando ad un laghetto poco sotto il Pass Maighels. Dal piccolo specchio d’acqua ghiacciato si scende un canalino verso W, quindi passati in prossimità di una baita si raggiunge l’ultimo “strappo”, già in vista della Vermigelhutte, che permette l’accesso alla Unteralptal. I pendii sono ancora ideali e sostenuti, si scia sulla destra della gola che forma il torrente, non si passa dal rifugio che si lascia in alto a sinistra, ma si scende direttamente a Vermigel m 1978 ca. e lungo la destra orografica della valle, che alterna tratti veloci con altri in cui bisogna spingere, si continua fino ad Andermatt m 1447.

Tecnicamente facile, ma occorre una buona condizione fisica per il notevolissimo sviluppo dell’anello(partire presto se lo si affronta nelle corte giornate invernali). Le difficoltà, seppur modeste, si concentrano sui pochi metri di accesso al colletto tra il Piz Borel ed il Ravetsch e la cresta finale del Piz Borel le cui corde fisse, di cui è stata attrezzata, potrebbero non sempre essere visibili e utilizzabili. Curare il momento giusto per affrontare la traversata in modo da trovare nevi scorrevoli soprattutto nella Unteralptal, che in assenza di traccia e con neve lenta potrebbe far perdere un sacco di tempo. Ricordarsi che questa articolato giro ti porta in angoli veramente lontano da tutto e da tutti, dove la sensazione di solitudine è veramente presente.

Creative Commons logo

The text and images in this page are available
under a Creative Commons CC-by-sa licence.